Loading...
Maneggio Armi2018-10-06T14:32:48+00:00

Corso per il rilascio del diploma di idoneità al maneggio delle armi – DIMA

Sei interessato alla richiesta di un porto d’armi?

L’ottenimento del diploma di idoneità al maneggio delle armi (maneggio armi), salvo alcune eccezioni, è un requisito indispensabile per l’ottenimento di qualsiasi licenza di Polizia in materia di armi. Il corso, della durata di due sessioni, è tenuto da personale qualificato, che ti guiderà passo-passo all’utilizzo in sicurezza di armi corte e lunghe. Per iscriversi e partecipare al corso bisogna essere maggiorenni e produrre la certificazione richiesta (vedi seguito).

Costo del corso DIMA: 113,00 €

pistola fire

Cosa serve per il DIMA?

  • certificato medico per porto d’armi (in bollo)

  • 2 foto tessera

  • 1 marca da bollo da 16,00 €

  • copia documento di identità

  • copia del codice fiscale

Parte teorica

  • 2 lezioni di teoria

  • spiegazione principali obblighi di legge

  • spiegazione norme di sicurezza e prudenza

  • illustrazione nomenclatura delle parti di un’arma

  • spiegazione funzionamento di un’arma

Esercitazione pratica

  • 2 lezioni pratiche

  • esercizi di puntamento e scatto in bianco

  • prova a fuoco con arma corta

  • prova a fuoco con arma lunga

  • valutazione finale

CORSO PER IL RILASCIO DEL DIPLOMA DI IDONEITA’ AL MANEGGIO DELLE ARMI
(ex CERTIFICATO DI IDONEITA’ AL MANEGGIO ARMI)

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DEI CORSI REGOLAMENTARI DI TIRO A SEGNO
( D.L. 15 marzo 2010, n. 66 – Art. 251)

COME DA ESTRATTO DAL MANIFESTO UITS

Riservato a tutti coloro che intendono prestare servizio armato presso Enti pubblici o privati (Guardie Particolari Giurate e Polizie Locali, ecc.) e a tutti coloro che, non avendo prestato nei dieci anni antecedenti, o non prestando servizio nelle Forze Armate o in uno dei Corpi Armati dello Stato, intendono richiedere licenze di Polizia in materia d’armi. I suddetti devono frequentare e superare un corso di lezioni regolamentari di tiro a segno articolato in minimo due lezioni teorico-pratiche di tiro, con una valutazione finale, e il rilascio del diploma di idoneità al maneggio delle armi. L’iscrizione al Corso è consentita solo a coloro che hanno compiuto il 18° anno di età. Le lezioni sono tenute da Istruttori o Direttori di tiro in possesso d’apposita licenza, di cui alla vigente normativa, secondo un programma didattico stabilito dall’UITS, ed hanno il seguente svolgimento:

1° Lezione armi corte e lunghe 

Teoria: consta in una lezione dove l’istruttore provvede a:

  • fornire informazioni circa i principali obblighi imposti dalla legge italiana in materia di armi (acquisto, detenzione, custodia, porto, trasporto ed uso);
  • spiegare le norme di sicurezza e di prudenza da osservare durante il maneggio e l’impiego delle armi e delle munizioni;
  • illustrare la nomenclatura delle parti principali delle armi, il loro smontaggio e rimontaggio, manutenzione e cenni di balistica;
  • fornire delucidazioni sul loro funzionamento e sulle modalità di caricamento, puntamento, scatto e messa in sicurezza;

Pratica: dopo aver eseguito alcuni esercizi di puntamento e di scatto (in bianco), l’allievo spara venti colpi contro il bersaglio di tiro da difesa alla distanza di mt. 7, 12 e 25 (arma corta) e venti colpi a mt. 50 (arma lunga).
Per le prove finalizzate al rilascio di licenza di polizia uso venatorio è opportuno che i colpi vengano sparati dalla posizione in piedi arma imbracciata, e con l’uso di organi di mira normalmente utilizzati.

Per i poligoni sprovvisti di stands a 50 mt. si potranno effettuare le prove pratiche con arma lunga in stand con distanze non inferiori a 25 mt. con utilizzo di bersagli proporzionalmente ridotti al fine di mantenere inalterate le distanze.

2° Lezione armi corte e lunghe

Teoria: la lezione si svolge sulla linea di tiro per verificare l’avvenuta acquisizione dei concetti inerenti la sicurezza nel maneggio dell’arma, l’acquisizione del bersaglio ed il controllo dello scatto.

Pratica: L’allievo spara trenta colpi con arma corta e trenta colpi con arma lunga con le modalità della prima lezione.

Valutazione finale

E’ dichiarato idoneo l’allievo che ha dimostrato sicurezza nel maneggio delle armi corte e lunghe e che nel complesso dei 30 colpi sparati, durante la seconda lezione, abbia raggiunto il bersaglio:

con Arma Corta

  • 25mt : 60% dei colpi nel bersaglio (18 colpi);
  • 12mt : 80% dei colpi nel bersaglio (24 colpi);
  • 7mt : tutti i colpi nella zona “a-c-d” del bersaglio.

con Arma Lunga

  • 50mt : 90% dei colpi nel bersaglio di pistola libera (27 colpi);
  • 25mt : 90% dei colpi nel bersaglio di carabina libera, zona punti (27 colpi);

L’esito del corso è trascritto sulla scheda di tiro e controfirmato dall’istruttore.

Lezioni suppletive

L’allievo che non avesse conseguito i risultati prescritti deve ripetere le lezioni regolamentari fino al raggiungimento degli stessi.

Diploma di idoneità al maneggio delle armi

All’iscritto per la prima volta alla sezione TSN, che abbia superato le lezioni regolamentari, sarà rilasciato, tramite il programma informatico del certificato elettronico UITS, il diploma di idoneità al maneggio delle armi, firmato dal Presidente della Sezione TSN. La firma sul certificato elettronico potrà essere apposta dal Vice Presidente e/o da un Consigliere e/o da un tesserato della Sezione, previa delega espressa deliberata dal Consiglio Direttivo e comunicata all’UITS, alla Questura e/o Prefettura competente per il territorio. Il tiratore, nei rapporti con la pubblica amministrazione e con i gestori dei pubblici servizi, potrà certificare il possesso del diploma di idoneità al maneggio delle armi con propria dichiarazione sostitutiva di certificazione, ai sensi degli artt. 40 e ss. del D.P.R. n.445 del 2000, come chiarito dalla Circolare del Ministero dell’Interno 557/PAS/U/009667/10089(3) del 4 giugno 2014.

HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?

Contattaci ora!